(fotografata al Monte Pasubio - Veneto)

Achillea roseoalba Ehrend.


Asteraceae. Le infiorescenze sono dei capolini terminali, peduncolati e raccolti in corimbi. La struttura dei capolini quella tipica delle Asteraceae: un peduncolo sorregge un involucro a forma emisferica composto da pi squame (o brattee) con margine scarioso e nero che fanno da protezione al ricettacolo piatto a pagliette trasparenti] sul quale s'inseriscono due tipi di fiori: quelli esterni ligulati (da 4 a 5) di colore bianco (raramente), roseo o arrossato, disposti in un unico rango e quelli interni tubulosi di colore roseo. Dimensione dell'involucro: larghezza 3 mm; lunghezza 4 mm. Diametro dei capolini: 4 8 mm.Fioritura: da giugno ad agosto (settembre).
Prati falciati e concimati; zone a torbiera, praterie rase e pascoli aridi comprese le zone pietrose. Il substrato preferito calcareo ma anche siliceo con pH neutro, bassi valori nutrizionali del terreno che deve essere mediamente umido. Distribuzione altitudinale: sui rilievi queste piante si possono trovare fino a 1500 m s.l.m.;
va ad achillea tenorii
torna ad A
torna all'indice