(fotografato a MonteCucco-Umbria)
Allium ursinum L.
AGLIO ORSINO

Amaryllidaceae Pianta erbacea con bulbo oblungo biancastro che produce due sole foglie ed uno scapo fiorale eretto, semicilindrico-trigono, alto 10-30 cm.
Foglie ovali ad pice acuto e base ristretta in un lungo picciolo, lucide, canosette, ricche di mucillagini, con forte odore agliaceo se calpestate o stropicciate.
Infiorescenza terminale ad ombrella, chiusa inizialmente da una spata membranacea che alla fioritura rimane intera o sui divide in due o tre lobi.
Perigonio peduncolato, formato da sei tepali bianchi, lanceolati. Stami sei, stilo semplice. Fiorisce in aprile-maggio.
Comune e caratteristico dei boschi e boscaglie fresche, delle radure ombreggiate e umide, cresce su terreno ricco di sostanza organica, sali minerali e ben aerato.
Il nome deriva dall'etimo celtico all= bruciante, riferito al sapore acre e pungente dei bulbi.
L'aglio orsino Ť una specie officinale preferita da qualche autore all'aglio coltivato in quanto sembra aver mantenuto le virtý originarie del genere. Foglie e bulbi, finemente tritati, si consumano in saporite e depurative insalate.
va ad Aloysia citriodora
torna ad A
torna all'indice