(fotografato a Bassiano -Monti Lepini-Lazio
substrato:calcare)


(fotografato al Circeo-Lazio)

Ampelodesmos mauritanicus (Poiret) Dur. & Sch.
TAGLIAMANI


Poaceae. Erba perenne formante grossi cespi alti 1-2 m, fusti eretti, molto tenaci, foglie piance, convolute sul bordo, con margini seghettati coś da risultare tagliente se strisciate verso l'estremità; infiorescenza a pannocchia ampia, piramidale, spighette peduncolate e compresse lateralmente; 3-5 flore;glume minoir dei lemmi, questi pubescenti nella metà inferiore; frutto a cariosside.Fiorisce da aprile a giugno.
Praterie steppiche xeroterme, comunissima, dalla fascia costiera a quella submontana (da 0 a 900-1000 m), colonizza i terreni aridi e degradati, spesso talmente abbondante da formare intere distese chiamate "ampelodesmeti".Queste formazioni sono il risultato di incendi reiterati nel tempo, che hanno distrutto le precedenti formazioni forestali; le foglie sono raccolte ed utilizzate per legare la vite o gli ortaggi al tutore.
Emicriptofita (=Pianta perenne che supera la stagione sfavorevole con gemme poste alla superficie del suolo, spesso protette da guaine fogliari) cespitosa. Sud-Ovest Mediterranea.
va ad anacamptis collina
torna ad A
torna all'indice