(fotografata a Cartore-Montagne della Duchessa-Lazio)


(fotografata nel Gargano-Puglia)
Ballota nigra L.
CIMICIOTTO


Lamiaceae. Pianta alta 40-100 cm, pelosa che spesso cresce in densi gruppi: i fusti ramificati sono molto fogliosi con foglie opposte, quelle superiori portano anche gruppi di fiori. Le infiorescenze purpuree hanno fiori con corolla bilabiata, il labbro superiore ricurvo come un cappuccio, quella inferiore ha numerose macchie bianche. Il calice imbutiforme con 5 denti allargati e nervature rilevate e contiene 4 acheni alla base. Fiorisce da giugno a settembre. Comune nei ruderi di tutta Italia, l'odore sgradevole e pungente fa si che gli erbivori la evitino accuratamente. Ballota deriva, infatti dal latino "ballo",ossia "rifiuto".
Nel Medioevo se ne faceva un certo uso per curare morsi dei cani rabbiosi, tramite una fasciatura con foglie miste a sale, gli erboristi facevano anche un decotto con questa pianta contro tosse e raffreddori, ma era una medicina molto potente da usarsi con parsimonia.
va a barbarea bracteosa
torna a B
torna all'indice