(fotografata al Monte Circeo- Lazio)
Brassica incana Ten

CAVOLO BIANCASTRO

Brassicaceae.Pianta perenne, alta fino al metro, con fusto legnoso alla base e rami erbacei solo nell'infiorescenza. Foglie basali con picciuolo pił corto della lamina, lungo 10 cm e con due ali irregolarmente dentate. Lamina 8-15 X 12-25 cm a contorno lanceolato, vellutata e sparsamente pubescente soprattutto di sotto e lungo i nervi, intera e crenata sul bordo oppure con 1-2 lobi profondi nella metą inferiore. Foglie cauline superiori 1 X 4 cm, dentellate, con orecchiette basali amplessicauli. Racemo ricco, lineare allungato. Rami distanziati. Sepali 9 mm. Petali gialli, spatolati, 6-7 X 16-18 mm. Siliqua arcuata, torulosa, cilindrica in sezione, 3-4 X 40-100 mm. Becco lungo un quarto del totale. Peduncoli patenti di 15-20 mm. Semi su una serie.Fiorisce da marzo a maggio
Rupi generalmente marittime o poco all'interno, dal piano fino agli 800 m.
Lungo il Tirreno dalla Toscana alla Calabria, in Puglia e in Sicilia.
Il termine generico dal greco bibrįsko = "io mangio" con riferimento alla commestibilitą di alcune specie di questo genere. Il termine specifico dal latino incanus = "canuto, biancastro", per la tomentositą delle foglie.
Scheda a cura di Gianluca Nicolella tratto dal sito http://www.actaplantarum.org/floraitaliae
va a Brassica insularis
torna a B
torna all'indice