(fotografata sull'Appiantica- Lazio)
Brassica nigra (L.) W.D.J. Koch
SENAPE NERA, MOSTARDA

Brassicaceae. Altezza 60-90 cm. Pianta eretta con foglie picciolate, setolose quelle alla base, lisce e strette quelle superiori. Fiori con 4 petali gialli lunghi il doppio dei sepali. Fiorisce da giugno ad agosto.
Le lunghe silique sono appressate al fusto, erette con corto becco. Il seme rotondo è color bruno scuro.
Coltivata in alcune regioni in altre è presente ai margini delle strade e nei luoghi incolti.
Questa pianta veniva usata come condimento più di 2000 anni fa e lo scrittore latino Columella nel I secolo d.c. dice di averne mangiato le foglie macerate nell'aceto.Fu solo nel secolo XIII che in Francia si cominciò a macinarne i semi pepati e mischiarli al mosto per ottenere il mout-ardent (mosto ardente) ovvero la moutarde (senape o mostarda) come fu subito chiamata.
La specie è detta nigra perchè all'esterno i suoi semi sono nero-brunastri; macinati però producono il noto condimento.
Il nome Brassica è formato dalla parola celtica che in quella lingua indicava il cavolo.
va a brassica rapa
torna a B
torna all'indice