(fotografata a Cala Sisine -Sardegna)


(Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin fotografata al Lago di Nemi - Lazio)
Bryonia cretica subsp. acuta (Desf.) Tutin
BRIONIA COMUNE


Cucurbitaceae. Pianta perenne, dioica, erbacea, decidua, fusti erbacei, fragili, ispidi, volubili, muniti di viticci non ramificati che permettono alla pianta di aggrapparsi a qualsiasi sostegno; foglie peduncolate, alterne, palmato-lobate con apice acuto e base cordata, divise in 5 lobi fin sopra la metÓ, di colore verde opaco, ruvide al tatto perchŔ la la superficie Ŕ cosparsa di peli irti; frutti a bacche globose, lisce, prima di colore verde giallastro a maturazione divengono di colore rosso scarlatto. Fiorisce aprile - giugno
Ambienti ruderali, cespugli, siepi al bordo delle boscaglie; dal piano sino a 1.000 m s.l.m.
va a Bryonia marmorata
torna a B
torna all'indice