(fotografato all'isola di Chios- Grecia)

Capparis spinosa L.
CAPPERO

Capparidaceae. Altezza 1-5 2 m, diametro 1-1,5 m. Pianta suffruticosa, semirampicante, folta, con rami lignificati soltanto verso la base.
Le foglie sono alterne, tondeggianti od ovali,cordate alla base, con stipole trasformate in spine.
I fiori, solitari, ascellati, del diametro di 5-6 cm, hanno corolla aperta, formata da 4 petali ovali, bianchi o rosa pallido e numerosi stami con filamenti lunghi, rosa-porpora; il pistillo portato da un lungo peduncolo. La fioritura avviene in estate.
Terreni sassosi e tendenzialmente siccitosi. Regioni mediterranee, Italia, Medio Oriente.
E' importante come pianta alimentare , da essa, infatti si raccolgono i boccioli fiorali ancora chiusi, comunemente detti "capperi" che vengono posti in salamoia e utilizzati per guarnire pietanze e preparare salse.
Sembra che il termine del genere derivi dall'arabo " kabar" o " kappar" oppure di origine latina in riferimento alla forma del seme simile a un capitello. L'epiteto della specie riferito alla presenza di stipole erbacee ridotte a spine.

va a capsella bursa pastoris
torna a C
torna all'indice