(fotografato a Valle Amara-Monti della Duchessa-Lazio)


(fotografato a Monte Camicia - Abruzzo)
Carduus carlinifolius Lam.
CARDO ALPINO


Asteraceae. Fusto ascendente semplice o ramoso dalla base, rami spesso alati e fogliosi fino in alto, foglie coriacee verdi tutte a contorno lanceolato, con 5-8 incisioni profonde, (oppure segmenti completamente distinti su ciascun lato, denti terminanti in spine robuste lunghe 3-6 mm; capolini nutanti con squame medie progressivamente ristrette nella spina apicale.Fiorisce luglio-agosto
Pascoli alpini e subalpini calcarei (1500-1800 m). Il Carduus carlinaefolius viene assegnato al gruppo del Carduus defloratus (assieme al Carduus medius) per le sue caratteristiche simili alle altre due specie. Questo però individua un gruppo di difficile trattazione con caratteri debolmente differenziati tra sottospecie e sottospecie e diversi individui intermedi a causa dell'alta ibridabilità. Per alcuni studiosi ad esempio la specie Carduus carlinaefolius è una sottospecie del Carduus defloratus. Un altro problema è derivato dalla denominazione specifica che specialmente nei paesi anglosassoni è diversa: “carlinifolius”.
va a carduus chrysacanthus
torna a C
torna all'indice