(fotografata a Monte Redentore- Monti Aurunci -Lazio
Cephalaria leucantha (L.) Roem. & Schult.
VEDOVINA A TESTE BIANCHE

Dipsacaceae. Pianta erbacea perenne, alta da 10 a 70 centimetri, verde, glabra con rizoma orizzontale legnoso e fusti ramosi eretti, cilindrici e lisci.
Foglie verdi, un pò consistenti, generalmente glabre. Foglie basali lunghe fino a 12 cm., a contorno lanceolato, pennatosette, con 4-6 coppie di segmenti progressivamente maggiori verso l'apice, generalmente scomparse all'antesi; rachide con ala allargata distalmente; segmento apicale lanceolato, acuto, seghettato. Foglie cauline pinnatifide, a segmenti lanceolati o lineari, con il nervo principale quasi bianco e il segmento apicale più grande; foglie superiori ridotte al solo segmento apicale lineare-lanceolato oppure a lacinie lineari.
Fiori in capolini globosi di diametro 17-20 mm con involucro a coppa, solitari all'apice del fusto e dei rami. Squame brune ovali, embricate; corolla bianca terminate in 4 lacinie ottuse più o meno uguali fra di loro, lunga circa 1 cm., irsuta di fuori fin sotto l'apice delle lacinie; 4 stami sporgenti di 5 mm dal margine della corolla; involucretto e calice portanti numerosi dentelli sul bordo e persistenti nel frutto; ovario infero uniloculare; 1 stilo; 1 stimma. Fiorisce luglio-settembre
Stazioni aride, preferibilmente su calcare, dal livello del mare fino 1200 metri
Presente quasi ovunque nell'Italia peninsulare, ma rara e discontinua, S-Europ. - Europa meridionale. Baricentro occidentale.
Scheda a cura di Daniela Longo tratta dal sito http://www.actaplantarum.org/floraitaliae
va a cephalaria mediterranea
torna a C
torna all'indice