(fotografata al Lago Albano - Lazio)

(fotografata al Lago di Nemi - Lazio)
Cichorium intybus L.
CICORIA SELVATICA

Asteraceae. Fiori tutti ligulati, riuniti in capolini grandi, i flosculi hanno una corolla azzurra che si prolunga a formare una lunga linguetta.
Frutti (acheni) di solito senza pappo (corona di peli). Fusto molto ramificato, curvo, ramoso-divaricato. Foglie inferiori seghettate, superiori oblunghe, intere, amplessicauli.
Bordi delle strade, su discariche, scarpate ferroviare, pi rara nei campi o presso i campi, su diversi tipi di terreno, pianta nitrofila, molto frequente.
I fiori si aprono verso le 6 di mattina e si chiudono di nuovo a mezzogiorno.La stagione di fioritura molto lunga, fino al tardo autunno.
Pianta medicinale, digestiva, sudorifica, vermifuga e calmante. La radice veniva tostata per fare il "caff di cicoria".
va a cichorium spinosum
torna a C
torna all'indice