(fotografato a Monte Malaina- Monti Lepini-Lazio)
Crocus imperati Ten.
ZAFFERANO D'IMPERATO


Iridaceae.Pianta alta 8-15 cm, bulbo piriforme scuro avvolto da fibre sottili sfilacciate e non reticolate; foglie inferiori ridotte alla guaina, le altre lineari lunghe almeno 1.3-1.5 volte i fiori, alla fine appressate al suolo, lamina percorsa da una linea bianca. Fiori inodori, spate 2, strette, membranose, perigonio con tubo di 6-8 cm, fauce gialla, lacinie violacee, ellittiche, antere lunghe il doppio dei filamenti; stimma rosso-aranciato allargato a imbuto, papilloso, lungo circa quanto gli stami. Fiorisce gennaio - marzo.
Pascoli aridi, boscaglie, macchie (0-1400 m).
Si distingue per il perigonio minore, per gli stimmi allargati a imbuto e per le tuniche del cormo, che sono dissolte in fibre sottili, un endemita delle regioni meridionali tirreniche, che verso Nord risale fino al Lazio meridionale e all'Abruzzo sud-occidentale (Marsica);

va a crocus longiflorus
torna a C
torna all'indice