(fotografata al Gransasso-Abruzzo)


(fotografata a Monna della Rapanella -Abruzzo)
Daphne oleoides Schreb.
DAFNE SPATOLATA


Thymeleaceae. Cespuglio 3-6 dm, molto ramificato, rami con foglie solo alle estremitÓ apicali, quelli nuovi con corteccia grigio-rosea e pubescente, gli altri glabri e grigiastri. Foglie sempreverdi, coriacee, lucide di sopra e generalmente glabre, spesso con ghiandole puntiformi di sotto e nervi secondari prominenti, lamina obovata. Fiori in fascetti terminali di 2-4 unitÓ, perianzio bianco o color crema, drupa carnosa, rossastra o arancione. Riditoma (=scorza del fusto e delle radici delle piante legnose, che invecchiando si stacca a placche o a strisce) sui rami terminali arrossato, liscio, con cicatrici fogliari evidenti; profumo acidulo.Fiorisce da aprile a luglio.
Rupi e pascoli rocciosi 300-1700 m

Da non confondere con Daphne alpina L. che ha foglie caduche con lamina molle, opaca di sopra e nervi secondari non evidenti. Emana profumo di vaniglia. Il riditoma sui rami terminali Ŕ grigio con screpolature.

va a Daphne sericea
torna a D
torna all'indice