(fotografato a Monte Eliconas-Grecia)


(fotografato a Monte San Marino - Gorga - Lazio)
Doronicum columnae Ten.


Asteraceae.Pianta erbacea perenne munita di radice rizomatosa; fusti alti fino a 50 cm, moderatamente ramificati, glabri o poco pubescenti; foglie dentate, pubescenti, quelle basali picciolate (3-5 cm) e cordate, mentre le cauline sono alterne, ovato-lanceolate, sessili e abbraccianti il fusto; fiore unico posto all’apice del caule, di colore giallo brillante, del diametro di 3,5-6,5 cm; il capolino presenta fiori tubulosi, quelli centrali più scuri, quelli laterali ligulati e di colore più chiaro; fioritura marzo- settembre; i frutti sono acheni privi di pappo
Boschi ricchi di humus, terreni umidi anche scoscesi, detriti, da 400 a 1800 m s.l.m.
Il nome generico (Doronicum) potrebbe derivare da un termine dell'Arabia: doronigi o doronidge.
va a Doronicum glaciale
torna a D
torna all'indice