(fotografato al Massiccio del Vercors - Francia)
Erythronium dens-canis L.
DENTE DI CANE

Liliacea. La nomenclatura del genere deriva dal greco erythros= rosso a causa delle caratteristiche macchie rosso scuro sulle foglie.
Pianta erbacea perenne di 10-25 cm, con piccolo bulbo bianco, fusiforme, appuntito, simile ad un dente canino, da cui deriva il nome della specie. Fusto con due foglie ovali, ovato-lanceolate, opposte di colore verde scuro, lunghe 6-10 cm, con maculatura brunastra; scapo fiorale semplice, eretto, esile, glabro, arrossato e incurvato in cima,fiori 1 (raramente due), penduli; perianzio composto da 6 segmenti liberi e ricurvi esternamente, lunghi 3 cm, da rosa a rosso-violetto;fiorisce a marzo. Il frutto una capsula ovoide a spigoli ottusi. Specie molto ornamentale.
Margine dei boschi, boscaglia, prati montani;sporadica. Montagne dell'Europa meridionale, Alpi meridionali, Caucaso.
Specie commestibile. I bulbi, in Giappone, vengono utilizzati per produrre amido, usato per fare paste alimentari; in Mongolia si utilizzano le foglie, come un comune ortaggio e i bulbi vengono mangiati cotti con latte di Renna.
va ad eupatorium cannabinum
va a E
torna all'indice