(fotografata a Costa Serini - Monti Aurunci - LazioSpecchia-Ugento-Puglia)
Fumana procubens (Dunal) Gren. & Godr.

Cistaceae.Pianta suffruticosa, ramosa, cespitosa ricoperta di corti peli bianchi contorti e alta (25) 30 - 35 cm . Rami prostrati e pubescenti. Foglie lineari, eretto patenti, mucronate, sessili, ciliate e senza stipole le superiori oscuramente trigone, acute con setole contorte e patenti; le inferiori più piccole e patenti. Fiori solitari, sparsi lungo la parte mediana e superiore del ramo fertile (1 - 4) subascellari o opposti alle foglie e rivolti in basso. Pedicelli più corti delle foglie ricurvi e con lieve copertura glandulosa. Sepali esterni 2 più piccoli degli altri, ovali, ciliati e mucronati; gli interni ovato-acuminati ± ricoperti da tomento bianco. Petali gialli o più raramente aranciati (8 -10 mm) di forma obovato - ellittica. Stimma trilobato al vertice di uno stilo filiforme. Stami esterni sterili ridotti a filamento.Fiorisce maggio giugno
Prati aridi steppici, macereti, brughiere e garighe, ambienti ruderali da 0 a 1000 m slm.
Il nome deriva dal latino "fumus" per il colore grigiastro delle piante appartenenti a questo genere; oppure dalla sua linfa che fa lacrimare gli occhi alla stessa stregua del fumo e anche perchè il sapore è simile a quello della fuliggine; oppure dalla combinazione di "folia-nana" allusiva alla piccolezza delle foglie. L' epiteto della specie deriva da "procumbere" = " chinarsi in avanti o incurvarsi" riferito all'aspetto prostrato della pianta.
va a Fumana thymifolia
torna a F
torna all'indice