(fotografato a Ostia Antica- Lazio)


(fotografato al Monte Irveri- Sardegna)

Geranium molle L.

Geraniaceae. Pianta pelosa, alta 10-40 cm, con fiori dal porpora al viola su fusti semieretti ramificati alla base.
Foglie arrotondate. Sepali appuntiti coperti da fitta peluria, cinque petali bilobati Fiorisce da marzo a settembre.
Comune nei prati, nei terreni incolti e sabbiosi dal litorale fino a media montagna, prevalentemente nelle zone a clima mediterraneo .
La soffice lanuggine che ricopre le foglie lobate e arrotondate e che conferisce il nome alla pianta (dal latino mollis) distingue il geranium molle dal G.Lucidum che ha, invece, foglie lucide e cerose.
In autunno, quando la pianta vive in luoghi asciutti, le foglie spesso diventano color rosso brillante, tale colorazione Ŕ dovuta alla produzione di pigmenti rossi chiamati antociani, che in autunno tingono anche le foglie degli alberi.
Il nome della famiglie e del genere deriva dal greco "gÚranos" = gru per la caratteristica forma dei frutti, a becco di gru; l'epiteto specifico deriva dal latino "mollis" = molle, morbido, soffice e fa riferimento alla pelositÓ di tutte le parti della pianta, che la rende morbida e vellutata al tatto.

va a geranium nodosum
torna a G
torna all'indice