Helleborus foetidus L.

ELLEBORO PUZZOLENTE
(fotografato al Monte Semprevisa-Monti Lepini- Lazio)

Ranunculaceae. E'una pianta relativamente comune nei boschi collinari e montani.
Ha fusto robusto e numerosi fiori di poco spicco, globosi, verde giallognoli spesso con bordo rossastro. Le foglie più in basso sono sempreverdi, col lunghi piccioli, Raggiunge un'altezza di 80 cm. Fiorisce precocemente, da gennaio ad aprile. L'odore sgradevole, che dà il nome alla pianta, attrae al nettare le prime api ed altri insetti.
Schiaccate, le foglie emanano un fetore ancora più intenso.
Altra insolita caratteristica dell'elleboro è il modo con cui i suoi semi vengono propagati dalle lumache.
Ogni seme, infatti, presenta lateralmente una cresta bianca, da cui si produce un olio che attrae le lumache.
Queste mangiano la sostanza oleosa, ma scartano il seme, che si attacca al loro muco e viene trasportato in altro luogo, dove germinerà.
Il nome Helleborus deriva dal greco "cibo mortale" e ricorda la pericolosità della specie.
va ad helleborus lividus
torna a H K
torna all'indice