(fotografato ai Monti Lepini-Carpineto Romano-Lazio
substrato: prato calcareo)

Linum bienne Miller
LINO SELVATICO

Linacee.Pianta alta 30-60 cm, con fusti esili, flessibili, talvolta ramificati. Strette foglie alterne
I sepali hanno un apice appuntito; fiorisce da marzo a settembre.
Il futto conico, il seme lucente e privo di becco.
Luoghi erbosi dalla pianura alla media montagna.
E il progenitore del lino coltivato, molto simile a questo ma leggermente pi grande.
Usato fin dal tempo degli Egizi come fibra per tessitura e per la produzione di olio.
Il nome deriverebbe da una parola celtica che indica il nome di un uccello che si nutre dei semi di lino.
va a linum capitatum
torna a L
torna all'indice