(fotografata al giardino alpino di Campo Imperatore-Gran Sasso-Abruzzo)
Ononis cristata Miller. subspecie apennina
ONONIDE DELL'APPENNINO

Fabaceae. Specie endemica, pascoli aridi montani da 1400 a 1700 m.
Diverse le interpretazioni dell'origine etimologica del genere Ononis. Per alcuni deriverebbe dal greco “ónos”= “asino”, in riferimento ad alcune specie del gen. Ononis che sarebbero appetite da questi animali e utilizzate (le specie spinose) sempre dai medesimi per "grattarsi" .
Per altri sarebbe da ricondurre al termine "Anonis" con cui Plinio e ancora il Mattioli, chiamavano O.spinosa.
"None", per il calendario romano, era il quinto giorno del mese, con esclusione di marzo, maggio, luglio ed ottobre, ove era il settimo; la radice di Anonis, di uso fitoterapico, si raccoglieva ad ottobre e "A" privativo = non, quindi "non-None", cioè raccolta dopo i primi sette giorni di ottobre, il che avveniva normalmente verso la seconda metà del mese.
va a Ononis natrix
torna a O
torna all'indice