(dal sito actaplantarum)
OPHRYS

Il nome del genere deriva dal greco ophrys =sopracciglio, forse perchè questo tipo di fiore veniva utilizzato per ricavare tinture per capelli e sopracciglie (come riferiva Plinio il vecchio), o forse per la forma dei tepali interni, simili appunto a sopracciglia.
L'orchidea è uno dei fiori più evoluti, con pochi elementi fiorali: tre sepali, tre petali, uno stame e tre carpelli. Mentre i due petali laterali formano le ali, il terzo, largo, vistoso e orientato verso il basso è detto labbro. La disposizione dei petali dell'orchidea fa sì che questo fiore abbia una simmetria bilaterale: può essere tagliato in due metà identiche solo attraverso un unico piano longitudinale che passa per il centro, come la maggior parte dei fiori più evoluti.
va a ophrys annae
torna a O
torna all'indice