(fotografata in Sardegna-
foto di Antonello Cossu)

Paeonia mascula (L.) Mill.
PEONIA SELVATICA

Paeoniaceae. Pianta di 10-50 cm, con radici tuberoso-carnose, foglie basali assenti al momento della fioritura; foglie sul fusto 2-3 volte pennate fino alla base, lunghe 20-40 cm, con segmenti ovato-lanceolati, verde scuro superiormente, grigio verde inferiormente; petali da 5 a 8 rotondeggianti, lunghi 4-8 cm, rossi, sepali da decisamente ovali a lanceolati, da verde a rosso, carpelli 2-3, bianco feltrosi a maturazione, lunghi 3-5 cm.
Fiori grandi (7-12 cm) rosso-porporini, talvolta biancastri. Stami numerosi con antere gialle.Fiorisce da aprile a maggio
Boschi di leccio, luoghi erbosi e soleggiati, dirupi aridi e sassosi, boscaglie aride. Alpi meridionali, Europa meridionale. Pianta coltivata.
In Sardegna è abbastanza frequente in luoghi freschi, al di sopra degli 800 m sia sulle montagne silicee che su quelle calcaree.
Dal greco paionia (=pianta che risana), perché le radici della pianta hanno proprietà medicinali, ma anche dal medico Peone, che curò Plutone ferito da Ercole.
va a Paeonia morisii
torna a P
torna all'indice