(fotografata sul Monte Cengio - Veneto)

Persicaria maculosa Gray
POLIGONO PERSICARIA


Polygonaceae. Pianta annuale con fusto ramosofin dalla base che porta una spiga all'apice di ogni ramo. La sua superficie glabra e rossiccia. Il portamento ascendente. I nodi del fusto sono inoltre arrossati (o bruni); le foglie hanno una forma lanceolata quasi lineare - lanceolata e sono disposte in modo alterno lungo il fusto; sono acuminate all'apice mentre la base lievemente arrotondata ma anche acuta. L'infiorescenza composta da sottili spighe peduncolate, terminali, dense e con asse diritto, disposte all'ascella delle foglie; si presentano erette a forma ovoidale ma allungata. I fiori sono pedicellati, a colori misti (biancheggianti all'antesi, rosa in seguito).
Zone umide e sponde dei canali; ma anche ai margini dei boschi (zone di sottobosco) o terreni incolti e campi; lungo le ferrovie, margini delle strade sterrate e ambienti ruderali. Il substrato pu essere sia calcareo che siliceo, dal piano fino a circa 1300 m.
Il nome del genere (Persicaria) deriva semplicemente dal fatto che le foglie sono molto simili a quelle del pesco. Il nome specifico (maculosa) deriva invece da una caratteristica macchia scura posta al centro delle foglie.
va a Petasites albus
torna a P
torna all'indice