(fotografata al Monte Pellecchia-Monti Lucretili-Lazio)
Primula vulgaris Hudson

Primulacee. Pianta erbacea perenne, alta fino a 15 cm, acaule,foglie riunite in rosetta basale, obovate, ristrette nel picciolo, lamina con nervatura reticolata, glabra sopra, pubescente sotto, con il margine irregolarmente dentato; I fiori sono isolati, su peduncoli mollemente pelosi, calice cilindrico con denti triangolari, corolla gialla con marcature verdastre.Fiorisce da febbraio a maggio.
Notissimo fiore primaverile di boschi mesofili, soprattutto faggete, siepi e luoghi erbosi, fascia submontana e montana inferiore (da 600-700 a 1400-1500 m),diffusa dappertutto in Italia.
Il nome del genere (“Primula”) deriva da una antica locuzione italiana che significa fior di primavera (e prima ancora potrebbe derivare dal latino primus).
Il termine "vulgaris" significa "comune".
va a prospero autumnale
torna a P
torna all'indice