(fotografata a Marina di Petacciato-Molise)
Pulicaria dysenterica (L.) Bernh.
INCENSARIA COMUNE

Asteracea. Fusto eretto lanoso in alto con pochi rami arcuato-corimbosi, foglie lanceolate con nervi reticolati, pubescenti e base largamente amplessicaule; capolini all'apice di rami lungamente nudi con poche brattee, involucro emisferico; fiori periferici con ligule allungate, raggianti. Fiorisce luglio-ottobre
Fanghi, prati umidi, paludi, fossi (0 - 1500 m)
Il nome generico (pulicaria) deriva dal latino “pulicarius” (= simile alle pulci) e si riferisce alle proprietà “anti-pulci” di alcune sostanze contenute nella pianta; mentre il nome specifico (dysenterica) fa riferimento ad un'altra proprietà medicamentosa contro la dissenteria.


va a Pulicaria odora
torna a P
torna all'indice