(fotografata a Cres-Croazia)
Saponaria officinalis L.

Caryophyllaceae. Pianta alta 30-90 cm,glabra, con fusti striscianti e radicanti, che generano un fusto fiorifero eretto.
Foglie lisce, strette, ovali, appuntite, con tre o cinque nervature prominenti. I firoi rosa o bianchi sono in cime compatte, il petalo intero, con due esili brattee, 5 sepali sono uniti insieme a formare in liscio tubo verde. Fiorisce da giugno ad agosto. La capsula si apre per mezzo di 4 denti.
Comune nei terreni incolti, in siepi e boschi vicino a ruscelli e sentieri.
Con essa possibile lavarsi ma contiene una sostanza velenosa "saponina" nelle foglie e nelle radici, usata un tempo per lavare la lana, per questo scopo fu coltivata nel Medioevo nei pressi dei lanifici inglesi. Il loro profumo attrae le farfalle appartenenti al gruppo delle sfingidi.
va a saponaria pumila
torna a S
torna all'indice