(fotografata al Gran Sasso-Abruzzo)

Saxifraga callosa Sm. subsp. callosa
SASSIFRAGA MERIDIONALE


Saxifragaceae. Pianta erbacea alta 20-60 cm con fusti legnosi e rami fioriferi eretti o ascendenti, glabri e di norma rossastri. Le foglie basali in rosette, coriacee, col lembo lineare o spatolato, stretto e allungato (2-8 cm), caratteristicamente punteggiate sul bordo da secrezioni bianche di carbonato di calcio che imitano una dentellatura; le cauline progressivamente più piccole e in alto ridotte a brattee lineari. Infiorescenze a pannocchie dense con numerosi fiori (anche centinaia) spesso disposti unilateralmente, che hanno calice glabro con 5 lobi ovato-ottusi e corolla formata da 5 petali bianchi spatolati, di norma minutamente punteggiati di purpureo. Fiorisce maggio-giugno.
Il frutto è una capsula.
E’ una tipica colonizzatrice delle rupi e rocce calcaree.
è presente in Piemonte, Liguria, Emilia Romagna,Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna.
Orofita Sud Ovest Europeo è specie montana dell’Europa sud-occidentale gravitante specialmente sulla Penisola Iberica, talora anche Massiccio Centrale: raro o mancante sui Balcani
Camefita pulvinate (=Pianta con gemme perennanti poste a non più di 20 cm dal suolo e con portamento a cuscinetto.).
Scheda tratta dal sito : actaplantarum.
va a saxifraga exarata
torna a S
torna all'indice