(fotografata sul GranSasso-Abruzzo)
Saxifraga oppositifolia L.

Saxifragaceae.Pianta perenne, formante cuscinetti piuttosto lassi, alta 2÷5 cm. Fusti legnosi striscianti, ramosi, fogliosi; fusti fioriferi diritti, fogliosi. Foglie coriacee, generalmente carenate, opposte, oblunghe-obovali (1÷2 ×2÷5(7) mm), generalmente ottuse all’apice, arrotondate o più o meno troncate, cigliate, con fossette secernenti calcare; foglie persistenti degli anni precedenti di colore bruno. Sepali cigliati.Petali rossi, violetti o lilla, obovati o spatolati.Fiorisce da Maggio ad Agosto . Rupi, morene, macereti, greti; da 1800 a 2800 (3800) m.
Pianta artico-alpina.Europa artica e subartica, verso sud fino alla Sierra Nevada, all’Italia centrale e alla Bulgaria. Dall’Asia artica fino al Kamcatka; Himalaya occidentale, Tien-Shan, Altai, Lago Bajkal. Dall’America artica e Groenlandia si estende verso la Columbia britannica, Wyoming e Vermont (specie circumboreale).
Scheda tratta dal sito actaplantarum.
va a saxifraga paniculata
torna a S
torna all'indice