(fotografata a Brestova-Istria-Croazia
substrato e ambiente:scarpata calcarea)

Securigera varia (L.) Lassen
CORNETTA GINESTRINA

Fabaceae.Pianta perenne, erbacea, dal grosso rizoma ramificato, fusti ramosi e prostrato-ascendenti, spesso rampicanti, possono raggiungere il metro di lunghezza.
Le foglie, imparipennate, brevemente picciolate, sono composte da 8¸11 paia foglioline ellittiche e mucronate, glaucescenti nella pagina inferiore. Come succede per molte altre leguminose, verso sera le foglie si riuniscono e ripiegano, in posizione di riposo per riaprirsi il giorno successivo.
I fiori, papilionacei, sono riuniti in infiorescenze ( 10-20 fiori) all'apice di lunghi peduncoli, sono bianco-rosati prima inclinati, poi al momento della fioritura e della fruttificazione, si ergono. Il vessillo Ŕ rosa scuro, o violetto, ali bianche, carena bianca con apice viola scuro.Fiorisce da giugno ad agosto.
I frutti sono legumi quadrangolari, ritorti verso la punta e leggermente strozzati misurano 3¸6 cm, contengono semi bruni e piatti.
Nelle scarpate, nei prati stabili, lungo i sentieri, preferisce i terreni calcarei, rupi, pietraie, generalmente fra 0¸1.200 ma anche oltre 1.600 m s.l.m.
SE-Europ. - Soprattutto nella regione Carpatico-Danubiana, divenuta Circumbor.: zone fredde e temperato-fredde dell'Europa, Asia e Nordamerica.
Il nome del genere dal latino, 'securis' =accetta, scure, sciabola e dal suffisso 'ger, -gera, -gerum' (verbo 'gerere') = portante, che riferiscono appunto ai frutti fatti a sciabola. Il nome specifico indica la variabilitÓ, notevole, di questa specie.
VELENOSA contiene: Glicoside coronnilina, tannini, alcaloidi, flavonoidi. Pianta cardiotonica ed emetica; contiene coronillina che Ŕ un glicoside che esercita un'azione simile a quella della digitale; in tempi passati si usavano le foglie nella composizione di un cardiotonico, in sostituzione della digitalina, era impiegato per curare forme leggere di debolezza cardiaca. Talvolta viene coltivata per la produzione di foraggio, in alcuni casi Ŕ utilizzata per ricoprire velocemente scarpate e controllare l'erosione prima che altre piante si siano stabilizzate. Impiegata anche come ornamentale.
CuriositÓ: Il bruco della Zygaena ephialtes L., che Ŕ una falena, si sviluppa su questa pianta; Ŕ giallo o giallo verdastro, con macchie nere ed una linea bianca al di sotto dei fianchi.

Scheda realizzata da Marinella Zepigi dal sito acta naturae

va a sedum acre
torna a S
torna all'indice