(fotografato a La Valle Agordina-Veneto)
Sempervivum montanumL.


Crassulacee. Fusto di 5-20 cm, peloso - ghiandoloso. Rosette dapprima sferiche, poi slargate a stella. Foglie lanceolate e pelose per peli villoso-ghiandolosi come tutta la pianta.
Fiori riuniti in numero fino a 11 in infiorescenza,slargati a stella, con 12-16 petali lanceolati-acuminati, esternamente ghiandoloso-villosi, all'interno porporini con striscia mediana più carica.
300-3400 m. Pascoli sassosi, detriti, rocce povere di calcio, silicei. Sporadica.
Pirenei, Corsica, Alpi, Carpazi. Pianta montana dell'Europa centro-meridionale.
Sempervivum: dal latino sempre vivo, probabilmente per la resistenza di queste piante in ambienti ostili e siccitosi.
La medicina popolare utilizzava le foglie fresche con applicazioni in polpa o succo, contro le punture degli insetti, problemi cutanei, contro le scottature e le ustioni.
va a sempervivum riccii
torna a S
torna all'indice