(fotografato sull'Appiantica - Lazio)

Silybum marianum (L.) Gaertn.
CARDO MARIANO


Asteraceae. Erbacea biennale alta 30-150 cm, con fusti eretti, glabri, semplici o poco ramificati in alto.
Le foglie inferiori, lunghe 20-40 cm,lanceolate, sinuoso-lobate e spinose al margine, sono riunite in rosette basali persistenti durante l'inverno. La lamina fogliare Ŕ glabra e coriacea, lucente, verde scura con macchie e venature bianco argentee. Le foglie cauline, progressivamente ridotte, sono amplessicauli, cordate alla base e dentato-spinose al margine.
I capolini globosi, larghi 4-8 cm, lungamente peduncolati, sbocciano solitari alla sommitÓ dei fusti.
Ogni capolino Ŕ circondato da squame involucrali ovato-lanceolate, prolungate all'apice in un'appendice allargata che termina con una robusta spina gialla ricurva all'indietro.
I fiori sono tutti tubulosi, ermafroditi, di colore rosa-violaceo. Fiorisce da giugno ad agosto.
Il frutto Ŕ un achenio obovato-compresso, sormontato da un pappo biancastro lungo 1,5-2 cm.
Incolti, macere, campi coltivati, pascoli aridi, margini di strade, dal piano a 1100 m.
Specie propria delle regioni Mediterranee, comune in Italia su tutto il territorio.
va a Sinapsis pubescens
torna a S
torna all'indice