(fotografato a Tharros-Sardegna)
Sisymbrium officinale (L.) Scop.
ERBA CORNACCHIA COMUNE - ERISIMO

Brassicaceae. Pianta annuale alta 60-80 cm, fusto eretto, ramificato in alto, foglie pennatosette; quelle inferiori picciolate con lamina divisa in tre o quattro paia di segmenti laterali a contorno ovale o irregolarmente dentati, le superiori sessili con uno o due paia di segmenti laterali lineari ed un lobo terminale lanceolato; fiori riuniti in racemi leneari allungati alla fruttificazione; petali gialli spatolati, frutti a siliqua allungato-acuminata strettamente appressata ai rami dell'infiorescenza.Fiorisce da maggio a giugno.
Ruderi, macerie, bordi di strade, prati aridi mediterranei, subnitrofili. Comune. Dalla fascia costiera a quella submontana (da 0 a 900-1000 m) Terofita Scaposa. Paleotemperata.
Nel secolo XVI Guillaume Rondelet di Montpellier sosteneva di aver dato a un corista la voce di un angelo grazie all'uso che gli aveva fatto fare di sisymbrium officinale. Da allora attori, uomini politici e cantanti francesi sono ricorsi ad infusi di questa pianta per migliorare il loro rendimento vocale e recuperare la voce perduta.
va a Sixalix atropurpurea
torna a S
torna all'indice