(fotografata alle colline metallifere-Piombino-Toscana)
Smilax

Smilacaceae. Genere di circa 300 specie di piante rampicanti, erbacee, suffruticose o completamente legnose, che sono diffuse nelle zone temperate, subtropicali o tropicali di tutto il mondo.
I fiori, piccoli, di colore bianco o verdastri, riuniti in ombrelle o in cime ascellari, sono piuttosto insignificanti.
una pianta arbustiva con portamento lianoso, rampicante, dal fusto flessibile e delicato, ma cosparso di spine acutissime. Le foglie, a forma di cuore, hanno i margini dentati e spinosi, e spinosa anche la nervatura mediana della pagina inferiore. I fiori, molto profumati, sono piccoli, giallicci o verdastri, poco vistosi e raccolti in piccole ombrelle; fioriscono, nelle regioni a clima mediterraneo, da agosto ad ottobre. I frutti sono bacche rosse, riunite in grappoli, che giungono a maturazione in autunno. Contengono semi minuscoli e rotondi. Insipide e poco appetibili per l'uomo, costituiscono una fonte di nutrimento per numerose specie di uccelli.

Smilax aspera L.
SALSAPARIGLIA NOSTRANA

Regioni mediterranee. Altezza 0,5 cm - 2 m. Pianta spinosa, rampicante per mezzo di viticci,con foglie persistenti, ovato astate o cuoriformi-triangolari, talvolta con macchie bianche e nere, spinose lungo le nervature della pagina inferiore e ai margini.
In autunno si formano, nella piante femminili, piccoli frutti globosi, rossi.
Prende il nome dalla parola spagnola "Zalzaparilla". Strofinata vigorosamente, fa della schiuma saponosa, che assomiglia a quella dei cavalli quando sudano abbondantemente, da cui il nome di Salsa (schiuma) della pariglia (coppia di cavalli usata per traino carri, ecc.).
va a Smyrnium olusatrum
torna a S
torna all'indice