(fotografata al Monte Pellecchia- Monti Lucretili- Lazio)
Spartium junceum L.
GINESTRA ODOROSA

Fabaceae. Arbusto cespuglioso sempreverde, con fusto legnoso a corteccia grigiastra striata longitudinalmente, molto ramificato alla base, alto 1-3 m.
Rami giunchiformi, lunghi, eretti, flessibili, quasi spogli, verdi per aver assunto la funzione clorofilliana.
Foglie opposte, piccole, lanceolate, sessili, scarse e prestissimo caduche.
Fiori grandi, profumati, numerosi, giallo-vivo, con corolla papilionacea, disposti in racemi radi alla fine dei rami.
Fiorisce da maggio ad agosto. Il frutto un legume eretto, compresso, un p falciforme, all'inizio coperto da folta peluria sericea, poi bruno scuro lungo 5- cm.
La ginestra specie pioniera, preferentemente calcicola, ama i terreni aridi. Regioni mediterranee, Italia, isole Canarie.
La ginestra ha un potente apparato radicale provvisto, come tutte le leguminose, di tubercoli contenenti batteri simbionti azotofissatori, grazie ai quali pu vivere su terreni particolarmente poveri, proibitivi per le altre piante. La sua azione consolida ed arricchisce il terreno (adatta a rinverdire cave e scarpate di piazzali) preparandolo ad accogliere altre piante rustiche che danno inizio al graduale ripristino del manto vegetale.
va a Spergularia
torna a S
torna all'indice