(fotografata a Ciampino - Lazio-bordo strada)
Urtica membranacea Poir. ex Savigny
ORTICA MEMBRANOSA

Urticaceae. Pianta annua generalmente monoica con fusti scanalati ascendenti da una base comune, alti di norma 20-30 cm ma, eccezionalmente anche fino a 80 cm. Picciolo lungo quanto la lamina o poco meno, con alla base 4 stipole ovato-lanceolare, saldate a due a due con l'aspetto di due stipole bidentate. Foglie con lamina ovata o lanceolata, apice acuto e base cordata o arrotondata , hanno il margine seghettato, la pagina adassiale cosparsa dei soli peli urticanti e quella inferiore lassamente pelosa. Infiorescenze a racemo di spighe normalmente semplici ed unisessuali, peduncolate, quelle con fiori maschili nude, pių lunghe della foglia ascellante con asse appiattito e fiori disposti unilateralmente nel lato superiore del rachide caratteristicamente dilatato e bordato da ali membranose. Le infiorescenze maschili, pių lunghe del picciolo, sporgenti e eretto-patenti sono poste all'apice del fusto, mentre quelle femminili pių brevi del picciolo, cilindriche sono inserite in basso. I fiori unisessuali sono piccoli, verdastri, i maschili soffusi di viola con perianzio monoclamidato, a 4 elementi membranosi, subuguali, ottusi, ellittici, pubescenti con 4 stami sporgenti opposti ai segmenti del perianzio, i femminili con 4 elementi membranosi, ineguali, i due interni pių grandi, ellittici e glabri, ovario supero uniloculare con stimma capitato e subsessile. Il frutto č un diclesio ovoideo, compresso e brillante, avvolto dai due pezzi interni e accrescenti del perianzio. Antesi: Maggio-Settembre ma nel sud fiorisce tutto l'anno. Ambienti ruderali, nitrofili, incolti, muri dal piano fino a 1.000 m.
Scheda realizzata da Giuliano Salvai tratta dal sito actaplantarum.
va a urtica pilulifera
torna a U
torna all'indice