(fotografata a Monte Kelmos-Kalavrita-Peloponneso-Grecia)
Veronica fruticulosa L.
VERONICA ROSEA

Plantaginaceae. Pianta perenne, suffruticosa, alta 10-30 cm, con radice fascicolata e fusto ascendente, brevemente pubescente, densamente foglioso, cilindrico, con base lignificata, strisciante e ramificata con rami fioriferi eretti. Foglie di colore verde-scuro, spiralate, coriacee e lucide, subglabre con brevissima pelosità appressata sul margine e sulla nervatura mediana, subsessili, senza stipole, intere o debolmente crenate, lineari-lanceolate spesso subacute larghe 2-6mm e lunghe 12-25 mm; basali ridotte; foglie dei getti sterili minori, più appressate e svernanti. Fiori in racemo terminale allungato (5-10 cm) chiaramente separato dalla regione fogliare, con fitta pelosità ghiandolare patente mista a peli incurvati appressati e brattee fiorali alterne, di poco minori delle foglie, portante 8-15 fiori; peduncoli fiorali lunghi circa quanto le brattee o meno, alla fioritura e fruttescenza lunghi quasi quanto il calice o più; fiori ermafroditi, zigomorfi, gamopetali, tetraciclici, pentametri ma apparentemente tetrametri per fusione dei 2 petali superiori e perdita del sepalo superiore; calice gamosepalo con lacinie da oblunghe a oblanceolate; corolla rotata con tubo più largo che lungo, rosata con vene scure, con diametro di 9-15 mm; 2 stami inseriti sul tubo corollino, 2 carpelli formanti un ovario supero biloculare portante sull’apice 1 stilo lungo 4-6 mm, con stimma bifido.Fiorisce giugno-agosto.
Fessure soleggiate, macereti, morene e praterie alpine, su substrato calcareo tra 1000 e 2100 metri.
Scheda tratta dal sito http://www.actaplantarum.org
va a Veronica officinalis
torna a V
torna all'indice