(fotografata sopra Venarquaro-GranSasso-Abruzzo)


(fotografata a Monte Cucco- Umbria)
Veronica orsiniana Ten.


Plantaginaceae. Piccola pianta cespitosa o suffruttice, perennante di 5- 15 cm.con fusti legnosi alla base,da prostrati a ascendenti con 1-2 racemi, pubescenti con peli incurvati di aspetto lanoso.
Foglioline da ovali a subrotonde,sessili, opposte, da crenate a seghettate ai bordi, munite di peli semplici incurvati di lunghezza variabile sulla pagina superiore. Infiorescenza in racemo multiflori e densi, dapprima contratta, poi allungata capituliforme, fiori muniti di pedicillo, corolla di un azzurro chiaro ad intenso, a 4 lobi disuguali a forma di coppa, 10-15 mm. di diametro, stilo 4-5mm. Calice saldato alla base, composto quasi sempre da 5 piccole lacinie lineari lanceolate, munite di peli incurvati non ghiandolari Frutti capsule ovoidi con calice persistente.Fiorisce maggio luglio Prati montani, subalpini e bordi dei boschi da 800 a 2400 m.
Il nome del genere Veronica, secondo l'Arcangeli 1882, deriva dalle due parole "vera" e "unica", perchŔ nell'antichitÓ si riteneva che nessun altra pianta potesse possedere tante virt¨, considerate uniche.
Scheda tratta dal sito http://www.actaplantarum.org
va a Veronica persica
torna a V
torna all'indice