(fotografata a Ciampino-Lazio)


(fotografata al Monte Gennaro-Monti Lucretili-Lazio)


(fotografata a Castelnuovo Parano - Monti Aurunci - Lazio)



(fotografata a Nemi - Lazio)
Viola reichenbachiana Jord. ex Boreau
VIOLA SILVESTRE


Violacee. Erbacea perenne di 10 -20 cm , con fusti fioriferi eretti e foglie in rosetta basale, con corolle di colore viola rossastro, lunga 12-15 mm; petali che non si sovrappongono, sperone viola scuro, lasso, con apice arrotondato.
Le foglie, lungamente picciolate sono meno marcatamente cuoriformi della viola odorata. Le stipole hano denti pi¨ piccoli e pi¨ corti.
Fiori inodori. Fiorisce da marzo a giugno.
Boschi misti, siepi, diffusa in tutta Italia.
Il nome "viola" deriva dalla ninfa Io, figlia del dio fiume Inaco. Zeus si innamor˛ di lei suscitando la gelosia di Hera.Zeus allora trasform˛ Io in una mucca bianca della quale Hera si impadroný, affidandola ad Argo, il mitico mostro dai cento occhi.
Mercurio rub˛ Io ad Argo, per incarico di Zeus che cre˛ le viole perchŔ le gustasse come delicato foraggio.
va a Viola riviniana
torna a V
torna all'indice