(fotografata al Monte San Marino -Monti Lepini-Lazio)

Anemone apennina L.
ANEMONE DELL'APPENNINO


Ranunculaceae. Pianta erbacea perenne con fusto eretto, che si diparte da una radice rizomatosa, fragile e arrossato nella parte inferiore con alla metą un verticillo di tre foglie. Dalle foglie basali si diparte un picciuolo di 5 - 15 cm con lamina triangolare divisa in tre segmenti subeguali e pennatosetti. Quelle basali aventi 1 - 3 lobi marcati su ogni lato.
Fiore solitario (talvolta 2) dal diametro di 3 - 4 cm portato su un peduncolo di 6 - 9 cm di altezza.
Numerosi stami pił corti dei sepali. La funzione vessillifera viene assolta dai sepali petaloidi colorati di azzurro, azzurro chiaro o bianco . Ovario uniovulato che a maturitą da origine a un achenio portante un solo seme.Fiorisce da marzo a maggio
Boschi di leccio, faggio e quercia; margine di sentieri e strade ma sempre in luoghi freschi e ombrosi, da 0 a 1500 m
Propria dei luoghi boschivi dell'Italia centro-meridionale ed insulare.
va ad Anemone coronaria
torna ad A
torna all'indice