(fotografata a Lago di Colbricon - Trentino Alto Adige
foto di Marina Zerbato)

Pinguicula leptoceras Rchb.


Lentibulariaceae. Endemismo alpino presente su tutta la catena alpina (molto rara in alcune zone). Cresce nei luoghi umidi, prati, brughiere subalpine e su scarpate rocciose fino ai 2500 metri
Il nome del genere deriva dal latino “pinguis”, grasso, con riferimento all'aspetto delle foglie. Il nome specifico deriva dal greco “leptòs” sottile, leggero e “kèras” corno, riferito al tipo di sperone del fiore.
Le foglie hanno proprietà vulnerarie, emetiche e purgative e possono essere impiegate per far cagliare il latte. Nel passato si riteneva che lavarsi la testa con infuso di foglie di Pinguicola, facesse crescere nuovamente i capelli e uccidesse i pidocchi, sia delle persone, che degli animali.
va a pisum elatius
torna a P
torna all'indice